Blog: http://Minnielaratta.ilcannocchiale.it

Vagina, Vagina Uber Alles!

 

Angela Merkel è una “culona inchiavabile” (Silvio Berlusconi), la ricordate la battuta volgare e di pessimo gusto dell'ex premier italiano?  Ma la cancelliera tedesca è anche  “ottusamente materna” (Furio Colombo). Potrei citare altri commenti di giornalisti o politici che scrivendo o facendo riflessioni sull'operato della Merkel non sono riusciti a risparmiare qualche considerazione  che riguarda il suo essere femminile, il suo essere donna. Ad esempio l' “intransigenza tipica delle donne" tanto per citare uno dei commenti letti. 
 
E’ l’invisibile parzialità del maschile  che si è assunto come universale, e  che fa da contraltare all’inflazionata iperbolica visibilità del parziale femminile. Ma è proprio così paradossalmente, che le donne tornano ad essere invisibili, non individuate, non viste se non attraverso stereotipi di genere. E così esiste una "letteratura femminile", ma non una "letteratura maschile", una "storia delle donne" ma non una "storia degli uomini", e così via. Parzialità che si ritrova addossata ad uomini quando si tratta di omosessuali, e allora ecco ritrovare riferimenti a "scrittori gay"", politici gay", "cantanti gay".
 
L’analisi di Furio Colombo  superficiale sulla considerazione che le scelte di Angela Merkel siano dettate da sentimento ottusamente materno, sentimento  femminile per eccellenza,  rinuncia a spiegazioni forse più complesse e raffinate sulle decisioni e scelte politiche, condivisibili o deprecabili che siano, della cancelliera tedesca; più che sentimento "ottusamente materno" le scelte politche della Merkel non potrebbero essere dettate e condizionate dalla sua formazione politica, dal suo pensiero, e dalle vicende storiche della Germania, o dalle vicende socio economiche che hanno caratterizzato il periodo seguente alla unificazione dopo il crollo del muro di Berlino?
 
Ma Angela Merkel è una donna e come tutte le donne è destinata ad essere interpretata e vista, o meglio non vista, attraverso il suo corpo sessuato femminile. Il corpo innanzitutto, mie care  donne,  che ci piaccia o no.  Concludendo: Vagina, vagina? Uber alles!
 

Pubblicato il 13/2/2012 alle 22.41 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web